Vacanze al Conero: cosa vedere

cosa-vedere-al-conero
Condividi

La riviera del Conero io la considero la parte più bella di costa marchigiana. La conosco bene e non parlo solo delle spiagge; grazie alle mie “fissazioni” il trekking, mountainbike e grazie anche ai miei weekend in camper ho esplorato in lungo ed il largo questa bellissima zona che si … continua a leggere

Le migliori spiagge della Sardegna (secondo me)

Condividi

La Sardegna, protagonista indiscussa tra le mete estive nel Bel Paese, attrae i bagnanti con le sue splendide spiagge. Ma quali sono in realtà le migliori spiagge della Sardegna? Ecco la mia breve guida per visitare le più belle spiagge della Sardegna Partiamo dalla Parte a Nord Est  che è … continua a leggere

Camargue in camper tappa per tappa

Camargue in camper
Condividi

Il nostro itinerario in Provenza, ha la durata di 6 giorni: noi l’abbiamo fatto in occasione dei ponti di primavera, sfruttando i giorni di festa; diciamo che dovrebbe essere questa la durata ideale del viaggio per poter  visitare in tutta calma  la Camargue in camper.  Camargue in camper tappa per … continua a leggere

Weekend in Umbria: Lago Trasimeno, itinerario sulla sponda orientale

Tramonto sul Trasimeno
Condividi

Il Lago Trasimeno, nel “cuore verde d’Italia”, è il “mare di Perugia” anche se si trova ad una manciata di chilometri dal confine con la Toscana. Sei in cerca di itinerari al Lago Trasimeno? Ecco il post che fa per te! “Lago Trasimeno, panorami struggenti e tramonti infuocati, antichi borghi medievali e spiaggette … continua a leggere

Breve guida al Carnevale di Viareggio

carnevale di viareggio
Condividi

Potevamo forse rinunciare al consueto appuntamento con il Carnevale di Viareggio ? Ma neanche per sogno! Quest’anno addirittura abbiamo assistito al primo corso del Carnevale 2017 ed abbiamo quindi visto per primi i carri sfilare nei viali a mare. Quest’anno, tra l’altro, abbiamo raggiunto Viareggio in camper ed abbiamo pernottato … continua a leggere

Cosa vedere a Mosca: le sei cose da non perdere

Cosa vedere a Mosca
Condividi

Grazie ai voli low cost, sono molti i viaggiatori che scelgono di visitare Mosca anche solo per un week end. Sinceramente, io consiglio di inserire la capitale della Russia in un vero e proprio tour di almeno 8 giorni per ammortizzare il costo del visto e dell’assicurazione obbligatoria. Mosca ormai … continua a leggere

Patente internazionale: quando occorre per noleggiare un’auto all’estero?

Viaggiare on the road significa spesso noleggiare una macchina all’estero e, in questo caso, il primo dubbio che ci assale è: occorre la patente internazionale o è sufficiente quella italiana?

Poi se iniziamo ad informarci, andremo puntualmente in crisi: quale tipo di patente internazionale mi occorre per guidare nel paese che andrò a visitare?
Grazie ai viaggi on the road ed al fatto che, io in un’agenzia di pratiche auto ci sono nata e cresciuta  (visto che mio padre ne ha una)  🙂 ho quindi acquisito delle competenze in fatto di “patente internazionale” che fanno invidia ad un impiegato della Motorizzazione civile! 😉

patente-internazionale-guidare all'estero

Prima di tutto, facciamo chiarezza:

Esistono due modelli di patente di guida internazionale

-il Modello denominato “Ginevra 1949

-il modello “Vienna 1968

La differenza sostanziale tra i due è la durata: il primo, “Vienna 1968” scade dopo tre anni, il secondo, “Ginevra 1949” ha la durata di un solo anno.
Entrambi però devono essere esibiti insieme alla patente italiana e, se questa scade durante la validità della patente internazionale, la seconda non sarà più valida. Questa è la regola fondamentale!

Quindi: se vai in un paese nel quale avrai bisogno della patente internazionale, controlla prima la scadenza della tua patente italiana.

Leggerai in molti blog e nei maggiori forum di viaggiatori che in realtà la patente internazionale non serve a niente anche se viaggi in un paese che “teoricamente” la richiede; in effetti, per esperienza personale, nessuno, nemmeno le agenzie di noleggio mi hanno mai chiesto di esibirla, tuttavia, credo, che in caso di problemi, non averla possa peggiorare la situazione, per cui, il mio consiglio è di attenersi scrupolosamente alle linee guida stilate dal Ministero in base agli accordi con i singoli paesi.

Come scegliere il modello della patente internazionale

patente-internazionale

Fermo restando che, agli uffici della Motorizzazione Civile dovrebbero sapere il tipo di patente richiesto dal paese in cui tu sei diretto e che questo articolo è frutto di ricerche e dell’esperienza di una viaggiatrice curiosa e che, dovrai comunque informarti dagli enti ed organi preposti, ecco uno schema riassuntivo del tipo di patente internazionale (o italiana) richiesta dai singoli paesi.

In linea di massima negli Stati Uniti, ogni stato ha la propria legislazione, ma la patente internazionale, in caso fosse richiesta è il modello “Ginevra 1949”. In questo file  trovi dettagliatamente ogni singolo stato.

Nei paesi Europei, in Turchia, Marocco e Tunisia, in è sufficiente la patente italiana

 ..ecco  una lista di alcuni paesi con il tipo di patente internazionale richiesta:

Guidare in India: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra o Vienna indistintamente
Guidare in Argentina: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra o Vienna indistintamente
Guidare in Brasile: patente internazionale secondo la convenzione di Vienna
Guidare in Cile: Anche quella italiana (solo se nn si risiede nel paese)
Guidare in Tailandia: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra
Guidare in Oman: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra o Vienna indistintamente
Guidare in Australia: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra o Vienna indistintamente
Guidare in Giordania: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra o Vienna indistintamente
Guidare in Egitto: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra o Vienna indistintamente
Guidare in Messico: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra o Vienna indistintamente
Guidare in Mauritius: Italiana da far riconoscere in loco
Guidare in Perù: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra o Vienna indistintamente
Guidare in Sud Africa: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra o Vienna indistintamente
Guidare in Russia : patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra o Vienna indistintamente
Guidare in Giappone: patente internazionale secondo la convenzione di Ginevra

 

Come ottenere la patente di guida internazionale

Per ottenere la patente internazionale ci si può rivolgere ad un’agenzia di pratiche automobilistiche o recarsi autonomamente negli uffici della Motorizzazione Civile. Nel primo caso, la spesa sarà più sostenuta,perchè dovrai pagare i diritti d’agenzia,  ma non dovrai davvero pensare a niente e, in meno di 10 giorni avrai in mano il tuo permesso internazionale di guida!

Se invece hai tempo e modo potrai ottenere la patente internazionale presentando allo sportello della motorizzazione:

-il modello TT 746 compilato
– la tua patente di guida in originale e relativa fotocopia
-due fotografie recenti formato tessera di cui una autenticata
-marca da bollo da € 16,00
-Bollettini postali sul CC 9001 e sul CC4028 rispettivamente di 10,20 euro e 16,00

Cosa vedere in Oman: 7 consigli per non perdere il meglio del sultanato

Cosa vedere in Oman
Condividi

L’Oman è stato per secoli un paese chiuso ed isolato dal resto del mondo; solo da pochi decenni , grazie alla politica lungimirante del Sultano Qaboos tra l’altro, molto benvoluto dalla popolazione, il paese si è aperto ai viaggiatori ; ultimamente molti italiani scelgono il mare dell’Oman per una vacanza … continua a leggere

Il giorno della memoria: visitare Auschwitz

visitare Auschwitz
Condividi

Oswiecim è il nome di una località polacca a circa un’ora e mezza di strada da Cracovia, Oswiecim è il nome di un luogo che ai più appare sconosciuto, ma che in realtà tutti conoscono; Oswiecim è il nome in polacco di Auschwitz, il campo di concentramento più famoso al … continua a leggere

Il deserto centrale della Baja California

Baja California
Condividi

Un viaggio on the road in Baja California significa essere in mezzo al nulla, tra deserti aridi e rocciosi e coste che alternano tratti sabbiosi ad alte scogliere. La Baja California è terra di nessuno, incontrare auto o paesi durante la traversata dell’immensa penisola è un evento straordinario, tanto che, i pochi … continua a leggere