Week end a Londra: Itinerario di tre giorni

weekend a londra

L’hotel prenotato, il Kings hotel ad Argyle square è stata una vera rivelazione, tranquillo, economico e soprattutto a 30 mt dalla fermata della metro. La zona è Kings Kross, crocevia di tutte le linee della metro di Londra. L’hotel, anche se molto spartano,  è l’ideale per trascorrere uno weekend a Londra se non siete troppo esigenti.

primo giorno a Londra

Il nostro primo giorno nella capitale britannica è interamente dedicato all’esplorazione della città: ci dirigiamo a piedi fino alla City, qui visitiamo la Cattedrale di Saint Paul e poi, attraverso il Millemnium Bridge passiamo nella sponda sud del Tamigi.
Ci trasferiamo poi con la Metro a Piccadilly Circus, dove ceniamo in una caratteristica taverna greca.
weekend a londra

Secondo giorno a Londra

L’indomani, alle 9 siamo già sulla metro sovraffollata e ci dirigiamo a Notting Hill ed a Portobello Market che per nostro disappunto è chiuso.
Comincia a piovere, è tempo di entrare al museo. Il British Museum ci affascina con tutte le sue imperdibili opere. La cena la consumiamo in un delizioso pub a Kings cross.
E’ venerdì, ed è  tempo di visitare il cuore di Londra con il suo palazzo reale, i bei parchi, il Parlamento e Westmister. L’intera giornata è dedicata a foto e visite guidate.
Ci portiamo poi al tramonto alla Torre di Londra dove, fotografiamo il Tower Bridge nella sua imponenza.
La sera la trascorriamo in un pub a Liverpool Street.

weekend a Londra

terzo giorno a Londra

Il sabato, ultimo giorno nella capitale lo dedichiamo alla visita a Portobello Road. Questa volta il mercato e’ aperto. L’atmosfera è veramente caratteristica, e gli odori e la musica contribuiscono a rendere il luogo particolarmente affascinante. Facciamo poi un giro ad Hyde Park e ci dirigiamo di nuovo a Piccadilly Circus per un giro di shopping a Soho ed a Carnaby Street.
L’ultima nostra cena londinese la consumiamo al Mama mia, ristorante italiano di Kings Cross.

Fabila

2 thoughts on “Week end a Londra: Itinerario di tre giorni

  1. Bèh,l’inghilterra nn ha una grande tradizione culinaria, anzi non ce l’ha x niente…o ti butti sull’etnico (ci sono ottimi ristoranti orienali )oppure ritorni alle origini (mama mia tra l’altro lo sconsiglio vivamente x lo scarso rapporto qualità/prezzo!)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *