Viaggio in Umbria: tra boschi e tombe Etrusche

tomba etrusca

L’Umbria si sa è patria degli Etruschi, in particolare, nelle mie zone, al confine con la Toscana ci sono numerosi reperti, musei e tombe attribuiti a questo misterioso popolo. Spesso tra i boschi delle colline della mia regione si celano antiche tombe etrusche.

La tomba del Faggeto è la più famosa tra queste. Scoperta agli inizi del 900 da un taglialegna in un bosco di faggi, presenta un battente a chiusura. Nel suo interno furono trovati un’urna cineraria ed oggetti di corredo .
La Tomba del Faggeto non è molto facile da raggiungere, bisogna conoscere molto bene la zona, tra Perugia ed Umbertide e, nonostante questo, la prima volta che abbiamo provato ad arrivarci, ci siamo mestamente arresi senza sapere che 100 metri più avanti, nascosta tra la vegetazione, giace da oltre 4 secoli la mitica tomba. Oggi, dopo qualche mese tentiamo di nuovo di raggiungere la nostra ambita meta che rischia di diventare ai nostri occhi un luogo mitologico e leggendario visto che non siamo ancora riusciti a fotografarla.

Con nostro immenso piacere notiamo che sono stati posti dei cartelli che indicano la strada per raggiungerla.Parcheggiamo la macchina nella larga strada sterrata a circa 3 km dal cimitero di San Giovanni del Pantano (piccolo agglomerato di case, una chiesa e qualche agriturismo ) e proseguiamo a piedi. Le copiose piogge cadute in questo periodo hanno reso quasi inagibile il sentiero che si inerpica attraverso il bosco: rigagnoli d’acqua sempre più simili a torrentelli scendono dalla montagna costringendoci ad una salita piuttosto disagevole.

tomba etrusca

Seguendo le indicazioni lette su internet e soprattutto grazie ad i nuovi cartelli, raggiungiamo in meno di mezz’ora la zona dove è collocata la tomba. Siamo più o meno nello stesso punto in cui ci trovavamo circa 5 mesi fa!! Ma ora, tra i faggi secolari, avvistiamo un cartello giallo, è l’ingresso della tomba. Purtroppo il pesante portone a battente in pietra arenaria è quasi chiuso, in due non ce la facciamo ad aprirlo, ma, riusciamo a cacciare nella fessura una delle nostre macchine fotografiche, cossicchè fotografiamo agevolmente l’interno della tomba. Bellissima la location e l’ambiente in stretto contatto con la natura. Un bel posto da consigliare agli amanti dell’archeologia e della natura che, si trovano in vacanza in Umbria.

tomba del faggeto

 

Fabila

3 thoughts on “Viaggio in Umbria: tra boschi e tombe Etrusche

  1. Grazie per questa dritta! Natura e storia insieme, cosa volere di più. E poi, a mio avviso, l’Umbria è la regione pù bella che abbiamo in Italia, da visitare in ogni direzione e gustare in ogni scorcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *