Trekking al parco Torres del Paine

La mattina alle 7 il cielo è coperto da una fitta coltre di nubi, dalla finestra della nostra camera non si vedono neanche le cime innevate. Facciamo colazione riflettendo se abbandonare o meno l’idea di fare trekking fino al mirador los torres. Intanto una fastidiosissima pioggerella peggiora ulteriormente la situazione.

Dopo aver caricato gli zaini in macchina scendiamo fino all’entrata del parco per capire quale saranno gli sviluppi della situazione meteo; la risposta della ragazza addetta è spiazzante: “io non lo posso sapere, qui il tempo a Torres del Paine cambia nel giro di 15 minuti“. Allora usciamo e ci mettiamo a scrutare il cielo; decidiamo di rischiare.

trekking _al_ parco _torres _del _paine
Raggiungiamo quindi l’ultimo parcheggio e bardati con berretti e zaini iniziamo a camminare. In realtà ha già smesso di piovere ed il cielo sembra si stia rischiarando. Tutta la giornata , e conseguentemente tutte le 8 ore di trekking, saranno caratterizzate da questa variabilità : sole, nuvole ed a tratti addirittura neve. Il paesaggio è bellissimo, specie quando si arriva in quota e si scopre tutto il panorama sui laghi glaciali. La camminata è molto lunga, il terreno è fangoso e, specialmente nell’ultimo tratto occorre una buona preparazione fisica. Purtroppo, una volta giunti al mirador,  le tre torri erano coperte da una fitta coltre di nuvole, per cui non abbiamo visto praticamente niente!

 

trekking _al_ parco _torres _del _paine

In compenso però, ridiscendendo, il cielo si è rischiarato ed almeno da lontano abbiamo potuto ammirare il simbolo del parco.

trekking _al_ parco _torres _del _paine

Alle 17,30, siamo di nuovo alla macchina, dobbiamo percorrere di nuovo tutta la strada del parco per arrivare fino a Puoerto Natales.La strada è praticamente tutta sterrata, ci impieghiamo più di 2 ore a arrivare alla provinciale ed il tramonto infuocato ci accompagna fino al fiordo Ultima Speranza in cui si trova la cittadina cilena. Stanotte dormiremo in un bellissimo lodge con vista panoramica sul fiordo, prenotato due giorni fa grazie ad un’offerta di booking.

 

Fabila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *