Maiorca: un paradiso di oasi verdi e incontaminate

Al di là delle meraviglie della costa, Maiorca custodisce un patrimonio ambientale davvero molto ricco. Vantando la presenza di numerosi parchi e aree naturali, l’isola rappresenta un’ottima opportunità per tutti coloro che sono alla ricerca di un’oasi nel verde, in cui potersi concedere un po’ di sano relax.

palma de majorca

Generalmente si tratta di luoghi facilmente raggiungibili dalla città di Palma di Maiorca, ma chi non si accontenta può anche pensare di cercare una sistemazione all’interno dello stesso perimetro del parco. Infatti, le aree verdi che andremo a vedere comprendono o confinano con i territori di alcuni centri abitati, e, nella maggior parte di essi, è possibile prenotare un alloggio. Gli interessati possono controllare la disponibilità di appartamenti o case sul portale di Housetrip.it, mentre chi ha in mente di fare solo una breve escursione può consultare il sitodei trasporti pubblici dell’isola, per capire come spostarsi più agilmente.
Ma andiamo a scoprire quali sono le aree protette più interessanti di Maiorca. Partiamo dall’area ubicata più a nord, ovvero la riserva naturale di S’Albufereta, che interessa la zona nei pressi del comune di Pollença, sviluppandosi su circa 500 ettari di superficie. Quest’area protetta rappresenta il luogo ideale per chi vuole dedicarsi al bird-watching: la zona, infatti, vanta 196 delle 325 specie di volatili che sono state individuate e catalogate all’interno dell’intero perimetro dell’isola. Sono inoltre presenti due laghi e diversi canali, che ricamano paesaggi di grandissimo fascino. Sempre nella parte settentrionale di Maiorca, ma più verso est, si trova il Parco Naturale di S’Albufera, che sorge in una zona paludosa e si sviluppa su 2.580 ettari, per un perimetro di più di 30 km. Chiamata anche “La Grande”, per distinguerla dalla prima, l’area di S’Albufera racchiude un ecosistema molto ricco e variegato, che include i territori dei Comuni di Alcúdia, Muro e Sa Pobla.

palma de majorca

Spostandosi verso il versante meridionale dell’isola, invece, si incontrano luoghi come: il Parco Nazionale Marittimo Terrestre dell’arcipelago di Cabrera , formato da diversi isolotti che sorgono a circa 10 km a sud di Capo Salines e comprendono più di 1.500 ettari di meraviglie naturali, che includono anche alcune suggestive grotte marine; il Parco Naturale di Mondragó, ubicato nei pressi del comune di Santanyí, si caratterizza per la presenza di meravigliose distese di querceti, costellati da incantevoli esemplari di orchidee; il Parco Naturale di sa Dragonera, il più famoso tra tutti, in quanto ricopre gli spazi della celebre isola omonima, estendendosi anche sui territori di Pantaleu, dell’isola Mitjana e di Els Calafats.

Fabila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *