On the road in Marocco: dal deserto a Ouarzazate

Alle 6 suona la sveglia: questa mattina non ci sveglia il Muezin, ma vogliamo vedere il sole che sorge dietro le due! Sotto 3 piles, un giacchetto anti-vento d un berretto di lana, mi muovo con la mia macchina fotografica. A me piacciono più le albe che i tramonti, ed anche questa volta volta ho avuto ragione .Il deserto cambia colore di minuto in minuto, le ombre si riducono. Ciò che colpisce è il silenzio unito all’immensità. Il momento è magico ed io me lo godo dalla duna più alta!

Torniamo al campo, thè alla menta, pane burro e marmellata a colazione, il tempo di radunare i nostri 4 stracci e ci rimettiamo in jeep, con il gelo nel cuore: il deserto , come tutti i luoghi estremi o lo mi o lo odi. Noi lo amiamo, ci ha ammaliato e ci dispiace abbandonarlo. Ma dobbiamo riprendere il nostro viaggio on the road.

deserto del marocco

deserto del marocco

Per tornare a Zagora Abu percorre un’altra pista che passa per attraverso uno sparuto gruppo di dune: un ultimo sguardo al deserto e ci riimmettiamo nella strada asfaltata tornando nella civiltà!

Eccoci di nuovo alla Petit Casbah, Hibraim ci aspetta con una deliziosa spremuta d’arancia. Ci chiede com’è andata, s’informa, vuole che i suoi ospiti abbiano un ricordo piacevole del soggiorno presso la sua struttura. Si è fatto tardi, dobbiamo ripercorrere tutta la valle del Drà fino ad Ouarzazate. Salutiamo Brahim e Abu e ci rimettiamo in viaggio, ripercorrendo a ritroso la bellissima strada fatta 2 giorni fa. Nel tardo pomeriggio siamo a Ouarzazate, troviamo agevolmente il nostro hotel (Marmar) nuovo ed a 10 minuti dal centro a piedi, scarichiamo i bagagli e, dopo una doccia lunga e calda, ci dirigiamo in piazza, proprio sotto la bab Sahara, la porta del deserto. Passeggiamo senza meta e, cerchiamo il ristorante consigliatoci dalla Routard per la cena: Chez Nabil, ottimo locale, con buona cucina e prezzi modici.
on the road in marocco

Stasera, botta di vita: ci rechiamo in place 3 march per fare una capatina al Cafè Dolphine a fumarci la shisha. Il locale è molto affollato da locali che fumano bevendo thè e guardando la partita; troviamo un tavolino nel soppalco ed anche noi ordiniamo thè e shisha…esperienza da fare!! Il viaggio in Marocco continua qui.
Se vuoi leggere la tappa precedente vai qui.

Fabila

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *