Tour in Giordania: un on the road da copiare

Condividi

La Giordania è una terra che ti saprà regalare un mondo di emozioni; il suo popolo, ospitale e gentile ti farà sentire come a casa e, l’immenso patrimonio culturale e paesaggistico renderanno il tuo tour in Giordania veramente unico.

I miei 9 giorni in Giordania sono letteralmente volati, del resto il programma prevedeva dei ritmi serrati ed era veramente variegato: dal deserto al mare, passando per Petra e Jerash; una stupenda avventura nel Wadi Al Mujib ed infine i luoghi biblici, come il Monte Nebo o Betania oltre il Giordano. Un viaggio davvero per tutti i gusti!

Quando andare in Giordania:

visita a petra

Io ho scelto come periodo del viaggio la settimana a cavallo tra fine marzo ed inizio aprile; il caldo era sopportabile per cui abbiamo girato tranquillamente tra scavi archeologici e deserto, concedendoci anche qualche giorno di riposo sulle rive del Mar Rosso. La scelta è ricaduta su quel periodo per avere la possibilità di fare un’esperienza di cui avevo letto molto: il canyoning sul Wadi al Mujib; infatti il Mujib apre dal primo aprile in poi quando la stagione diventa più secca.

Come organizzare un tour in Giordania, le cose che devi sapere:

 

Mi sento di dire che la Giordania è un posto sicuro e che mai, durante il mio viaggio mi sono sentita in una situazione di pericolo. Viaggiare on the road in Giordania è molto facile: le strade sono bellissime e le indicazioni non mancano.
Io avevo prenotato tutti gli hotel, ma, se viaggi in bassa stagione non avrai problemi; per mangiare puoi tranquillamente frequentare i ristoranti locali e, fidati, puoi anche assaggiare il cibo di strada nei suq . Noi abbiamo fatto grandi scorpacciate di Falafel!
Infine, non dimenticarti di stipulare un’assicurazione di viaggio che copra almeno le spese mediche; io avevo acquistato un pacchetto on line sul sito Viaggi Sicuri.

Giordania fai da te:  itinerario di 8 giorni

Primo giorno: Jerash ed Amman

Siamo partiti con un volo notturno diretto per Amman con la compagnia di bandiera giordana.
Siamo arrivati all’areoporto di Amman alle 4 di notte per cui abbiamo atteso che aprisse l’ufficio di autonoleggio per prendere la nostra auto.
La prima tappa del nostro viaggio è stata Jerash, la Pompei d’oriente che abbiamo raggiunto direttamente dall’aeroporto.
Dopo la visita degli scavi siamo tornati ad Amman, la capitale della Giordania,  dove abbiamo passato la notte.

Secondo giorno: La strada dei Re

strada della pacetour giordania

Al mattino di buon’ora partiamo attraverso l’autostrada dei Re; la prima fermata la facciamo a  Karak per visitare il castello dei Crociati e del feroce Saladino e poi riprendiamo la strada verso sud per visitare Dana Village ed il suo magnifico canyon. Nel pomeriggio  raggiungiamo Wadi Musa dove alloggeremo per le prossime due notti.

Terzo Giorno: Visita a Petra

visita a petra

All’alba siamo di fronte all’entrata del sito archeologico di Petra e siamo pronti per percorrere il celeberrimo Siq. .
Oggi dedicheremo l’intera giornata alla visita (ed al trekking) dell’antica città di Petra, capolavoro ad opera del popolo Nabateo.

Approfondisci il mio itinerario di un giorno a Petra.

Quarto giorno: dormire nel deserto del Wadi Rum

trekking sul wadi rum

 

Prima di ripartire verso sud ci dirigiamo dalla parte opposta di Wadi Musa e raggiungiamo il sito di Little Petra: non è di certo bella come Petra, ma il percorso per arrivarci è molto interessante.
Ci rimettiamo sulla strada dei Re e raggiungiamo nel primo pomeriggio Wadi Rum Village.
Da qui, parcheggiata la nostra auto troviamo un passaggio in jeep: effettuiamo un jeep safari nel Wadi Rum ed arriviamo nel tardo pomeriggio al campo tendato che ci ospiterà per le prossime due notti.

Leggi anche il mio Jeep safari nel Wadi Rum

Quinto giorno:

trekking sul wadi rum

Trekking di 9 ore nel Wadi Rum con una guida beduina.
Cena e pernottamento in tenda.

Leggi anche il post sul il mio trekking al Wadi Rum

Sesto e settimo giorno: relax sul Mar Rosso

tour giordania

Dal deserto raggiungiamo di nuovo Wadi Rum village e da qui, ripresa la nostra auto scendiamo ancora più a sud fino ad Aqaba dove ci riposeremo sulle sponde del Mar Rosso dedicando le nostre ore al riposo assoluto ed allo snorkeling.

Ti domandi cosa fare ad Aqaba? 😉

Ottavo giorno: Canyoning sul Wadi al  Mujib

Ripartiamo verso nord, questa volta imboccando la Strada della Pace, quella che scorre sulla riva giordana del Mar Morto. Approfittiamo per bagnarci sulle acque del salatissimo mare in una spiaggia pubblica e poi, ci dedichiamo al divertentissimo canyoning sul Wadi Mujib. Raggiungiamo il nostro hotel a Madaba dove visitiamo la chiesa di San Giorgio ed il celeberrimo mosaico della Terra Santa.

Nono Giorno: Monte Nebo e sito battesimale

Betania-giordania

il luogo in cui fu battezzato Gesù

Giornata dedicata alla Bibbia : visita al Monte Nebo, luogo in cui morì e fu seppellito Mosè e poi visita al sito Battesimale di Betania Oltre il Giordano.

In questo post trovi le informazioni per visitare il luogo in cui fu battezzato Gesù a Betania in Giordania.

Il mio itinerario in Giordania

tour giordania

Post scritto in collaborazione con Viaggi Sicuri

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *