Le notti bianche di San Pietroburgo

Condividi

San Pietroburgo è una delle città più visitate della Russia e sicuramente la più amata dai turisti; Io ho avuto modo di visitarla a cavallo del solstizio d’Estate e credo che, questo sia il miglior periodo per godersi appieno la città e per ammirare le famose notti bianche di San Pietroburgo.

Devi sapere infatti che San Pietroburgo è una città molto vitale, soprattutto in estate: le Notti bianche di San Pietroburgo, celebrate anche da Fyodor Mikhailovich Dostoyevsky nel suo omonimo romanzo breve, richiamano turisti da tutto il mondo.

Quando si possono ammirare le notti bianche a San Pietroburgo?

notti bianche San Pietroburgo

Da fine maggio fino a metà luglio (ma nell’ultima settimana di giugno in particolare) le ore di buio si riducono fino a diventare meno di 4, e un magnifico crepuscolo illumina i canali si San Pietroburgo durante tutta la notte.

La città si specchia nella Neva ed ha un fascino unico: questo è sicuramente il periodo dell’anno migliore per visitare San Pietroburgo, quando il sole tramonta dopo la mezzanotte. Se avete in programma un viaggio a San Pietroburgo, scegliete proprio questo periodo!

A San Pietroburgo in questo periodo dell’anno si può uscire in centro alle 22 indossando gli occhiali da sole, passeggiare nella via più alla moda della città, la celeberrima Nevsky Prospekt con i suoi locali e le bellissime ed eleganti botique. Oppure si può cenare in uno dei tanti ristoranti che si affacciano sui canali, e si può vedere la città da una nuova prospettiva, partecipando ad una delle crociere notturne che partono intorno a mezzanotte. Ciò che colpisce di più delle notti bianche è la grande folla che passeggia tra le vie che portano al palazzo D’Inverno e che si affacciano sulla Neva.

Alye Parusa: la festa dell’estate di San Pietroburgo

notti bianche san pietroburgo

Sicuramente l’ultima settimana di giugno è la più indicata per vivere la San Pietroburgo delle notti Bianche, settimana che culmina con la Alye Parusa, che tradotto suona all’incirca come la festa delle Vele Scarlatte. La festa delle Vele Scarlatte celebra la fine della scuola, e l’inizio della breve ma intensa estate russa, e richiama migliaia di giovani da ogni parte della città e della regione a festeggiare nella grande città. Un grandissimo concerto nella piazza Dvartsovajae ed i bellissimi giochi di luce sulla Neva sono le attrazioni principali della Alye Parusa che si svolge ogni anno nell’ultimo fine settimana di giugno.

Dove dormire se vuoi visitare San Pietroburgo:

Colazione russa

San Pietroburgo,  non è certo economica, e, lo è ancor meno nel periodo delle “notti bianche”.
Trovare un hotel ad un prezzo modico dal 21 al 24 giugno, è stata un’impresa ardua e complicata  anche perchè eravamo in 4 e ci occorrevano due camere.
San Pietroburgo c’è la possibilità di pernottare in centro nei così detti “mini hotel” cioè, piccolissime strutture con poche camere che ospitano turisti con trattamento di b&b.
Io ho scelto  il “Park Lane inn” che si trova a meno di un quarto d’ora di passeggiata dalla Nevsky Prospekt. Gli appartamenti sono due e si trovano in due grandi palazzi d’epoca, uno di fronte all’altro. Ciascun appartamento ha 3 o 4 camere con bagno privato.
Noi siamo arrivati alle 3 di notte e, siamo stati accolti dall’efficientissima Natasha che ci ha mostrato le camere e ci ha augurato la buona notte. Purtroppo Natasha non parla una parola di inglese, ma la ragazza che segue le prenotazioni e i pagamenti sa comunicare perfettamente.
Le nostre camere erano molto grandi, pulitissime ed arredate con mobili nuovi. Parquet dappertutto e bagno con doccia. La colazione è tipicamente russa: riso bollito, pasta in bianco  o farro, wuster, formaggio e prosciutto. Siamo riusiti a far capire a Natasha che desideravamo anche un pò di caffè! Wifi in tutta la struttura.
Nei dintorni pub, piccoli ristoranti e negozi.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *