Ritorno a Castelluccio di Norcia: il paese che non morirà mai!

Condividi

Lo scorso weekend è stato per noi tempo di ritorno a Castelluccio di Norcia dopo il terremoto dello scorso ottobre; grazie alla riapertura della provinciale 477 , avvenuta sabato 8 luglio, abbiamo potuto risalire sul Pian Grande ai piedi di Castelluccio di Norcia e ci siamo dedicati a quello che ultimamente è il nostro passatempo preferito: il trekking.

Due magnifici percorsi di trekking tra il Pian Grane, il Pian Piccolo e la Valle del Bonanno fino alla Torraccia e poi una “scalata” fino al punto panoramico sulla strada del Monte Patino con una “fioritura tardiva a sorpresa”!

Castelluccio di Norcia dopo il terremoto

Castelluccio di Norcia ed il suo territorio ti riserva sempre gradevoli sorprese!

In questo video la nostra “due giorni a piedi nei monti Sibillini” .

Circa 30 chilometri in 48 ore  per esplorare una zona che conosciamo bene, ma che purtroppo è radicalmente cambiata negli ultimi 9 mesi.

Com’è la situazione a Castelluccio di Norcia dopo il sisma del 30 ottobre 2017?

Il borgo di Castelluccio ha innegabilmente subito gravi danni in seguito al terremoto dello scorso ottobre; parecchie case sono inagibili ed il centro storico è zona rossa. Praticamente il borgo non esiste più…:-(

Per scelta non pubblico foto che testimonino la distruzione, ma ti assicuro che, io stessa, se non avessi visto la situazione reale con i miei occhi, non mi sarei mai immaginata il reale stato delle cose….

Castelluccio di Norcia dopo il terremoto

 

Su Wikipedia, nella pagina relativa a Castelluccio di Norcia,  puoi leggere: “il 30 ottobre 2016 il paese di Castelluccio è stato quasi completamente raso al suolo da un importante evento sismico: il campanile e la Chiesa di Santa Maria Assunta sono andati completamente perduti”

Ma, i Castellucciani, gli abitanti di Castelluccio,  sono gente di montagna, caparbia e determinata! Si sono rimboccati le maniche e, con la tenacia che li contraddistingue, hanno deciso di far rinascere Castelluccio e la sua economia.

Castelluccio di Norcia dopo il terremoto

Grazie alla Pro loco locale ed alla protezione civile, i 7 ristoratori del paese hanno organizzato un tendone  che ospiterá la “sagra di Castelluccio” e tutti i visitatori potranno degustare così i prodotti locali confermando la proverbiale ospitalitá di questo luogo incastonato tra i monti Sibillini. Un grazie alla Locanda dei Senari, al Ristobar l’altopiano,  al ristorante dal Capitano, all‘agriturismo Guerrin Meschino, alla Taverna di Castelluccio, all’ Osteria Lu Socciu e al Bar Sibilla.

Castelluccio di Norcia dopo il terremoto

Si può andare a Castelluccio di Norcia?

Sì, Castelluccio di Norcia è finalmente di nuovo raggiungibile!

Da luglio ad ottobre la strada provinciale 477 che sale da Norcia rimarrà aperta dalle 6 di mattina alle 22.

Chiunque può salire sull’altopiano, godere delle bellezze e della pace del luogo e poi  mangiare sia a pranzo che a cena alla sagra di Castelluccio.

Se viaggi in camper come noi, potrai sostare nel grande parcheggio libero sul, Pian Grande, proprio di fronte al maneggio, non ci sono servizi, ma c’è un panorama che non ti scorderai facilmente.

Se sali in macchina, dovrai parcheggiare lungo a strada che conduce a Forca di Presta e dall’incrocio potrai salire in una delle navette che fanno da spola tra la piana e la piazza principale del paese; se ami camminare, con una passeggiata, in meno di mezz’ora arriverai in paese.

Inoltre, con sommo piacere, posso consigliare, a chi non ha il camper, ma vuole pernottare a Castellucico di Norcia, di rivolgersi ad una delle due strutture che non hanno subito alcun danno dal sisma e che sono aperte.

Si tratta del b&b Villa Tardioli e dell’Agriturismo Valle delle aquile   che si trovano in piazza, fuori dalla zona rossa.

 

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *